MA IL TEMPO PERSO é VERAMENTE PERSO?

L’individuo comune non ha problemi eccessivamente seri o peggio ancora guai o tragedie.

Eppure si lamenta in continuazione della vita, non trova la sua strada, va avanti senza sapere dove e perché, non accetta la sua situazione e si danna per cambiarla, vuole sempre di più, è insoddisfatto di ogni cosa e spesso anche di se stesso, corre, deve stare sempre in movimento per sentirsi vivo, chi si ferma è perduto, perduto di che?

Porta avanti un’esistenza caratterizzata da un’irrequietezza insanabile, ecco allora la fuga da se stessi attraverso il divertimento e gli svaghi, il modo migliore per evitare pensieri o riflessioni che forse lo metterebbero a disagio, in imbarazzo, ma che forse se compresi bene gli migliorerebbero la vita.

Dottor Lupo Psicolgo Battipaglia

Dottor Lupo Psicolgo Battipaglia

E allora via verso un divertimento fatto in modo automatico, il divertimento diventa routine, diventa ovvio secondo l’equazione:

sabato sera – uscire – divertimento.

Un equazione molto simile a:

lunedi mattina – lavoro – insofferenza,

o a

svegliarsi presto – università – che palle!!!

La banalizzazione del “free time” e la catastrofizzazione del “busy time”.

Tutto è scandito e calcolato, ogni ora deve essere riempita, dal lavoro, dalle uscite, dalle chiacchiere inutili, dalla tv, ci si sveglia e ci si addormenta con essa.

Il silenzio…bene prezioso, mette paura, lo stare da soli, occasione di crescita per lo spirito, viene scambiato per noia o peggio ancora, ci si deprime, il rallentare tutto, diventa perdita di tempo.

Una vita sprecata nella pseudo spensieratezza, una vita vissuta al di sotto delle sue reali possibilità, scialacquata in maldicenze e consumata in vuote occupazioni quotidiane. Finche non insorgono le inquietudini e il malessere…

E’ questo allora il senso di tutto? Non credo proprio, la mia proposta è un’altra…

https://www.facebook.com/Dott.LupoPsicologoBattipaglia?ref=tn_tnmn

Annunci